ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ASSOCIATI 

2.1   L'asseblea generale degli associati è l'organo sovrano di indirizzo e governo della Confraternita del Castrato. L'assemblea generale si riunisce su richiesta del segretario in carica o su richiesta congiunta di almeno due associati.

2.2  L'assemblea ha validità quando siano presenti la metà più uno degli associati.

2.3  Ogni socio partecipa all'Assemblea generale avendo diritto di paoloa e di voto.

2.4  L'Assemblea generale decide con voto palese e unanime dei presenti in materia di:

      - domanda di adesione alla Confraternita del Castrato;

      - pronunciamento sul mancato rispetto del regolamento da parte dei soci e relativa richiesta di espulsione.

2.5  Il voto contrario deve essere motivato e la motivazione resa, se richiesto, per iscritto. La presenza anche di un solo voto contrario sospende ogni decisione. L'argomento deve essere rinviato alla prima seduta utile successiva, nella quale, qualora i motivi causa del voto contrario risultassero con concreta evidenza, rimossi, il socio che aveva posto il veto non può ripresentarlo, nè motivarne uno successivo.

2.6  nel caso di conferma del veto per il permanere delle condizioni che l'hanno generato, la decisione si considera respinta e l'argomento può essere ritrattato solo trascorsi 12 mesi.

2.7  L'assemblea generale decide con voto palese e di maggioranza dei presenti in materia di:

       - costituzione di propri organismi esecutivi e nomine conseguenti,

       - approvazione di programmi comuni e relativa organizzazione,

       - acquisizione di contributi e spese di investimento,

       - eventuali quote associative o di programma,

       - regole di funzionamento interno,

       .valutazione del comportamento dei soci.

 
gennaio-peco1 
  Site Map